FAQ – COVID-19 #RIENTRIAMASCUOLA #GENITORI

slides

FAQ – Covid-19

#GENITORI

#rientriamoascuola

Quali raccomandazioni devo fare a mio figlio/mia figlia per ridurre il suo rischio di infezione?

  • Indossare sempre correttamente la mascherina nell’istituto;
  • Evitare il contatto ravvicinato con le altre persone (la distanza raccomandata è di almeno 1 m);
  • Raccomandare una corretta igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  • Evitare l’uso promiscuo di merende, bottiglie e bicchieri;
  • Non toccarsi occhi naso e bocca con le mani;
  • Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce.

Quali sono i DPI che mio figlio/mia figlia deve portare a scuola?

Ogni studente dovrà essere dotato di mascherina almeno chirurgica o di comunità.

Inoltre è consigliata la dotazione di gel igienizzante per le mani, salviettine e di tutto il materiale scolastico per garantire la riuscita ottimale della giornata scolastica.

3)   Come mi comporto se mio figlio/mia figlia ha la febbre (oltre i 37.5°C) o altri sintomi influenzali?

Suo figlio/sua figlia deve restare obbligatoriamente a casa e Lei dovrà chiamare il suo medico di famiglia e l’autorità sanitaria. Inoltre dovrà comunicare l’assenza alla scuola per motivi di salute.

4)   A scuola mio figlio/mia figlia devo sempre usare la mascherina?

Sì, a scuola dovrà indossare correttamente la mascherina, per la protezione del naso e della bocca, fatte salve le dovute eccezioni (pasti, attività fisica).

Cosa succede se in classe mio figlio/mia figlia non si sente bene?

Nel caso in cui in classe suo figlio/sua figlia avverta sintomi come tosse, difficoltà respiratoria, diarrea, perdita del gusto o dell’olfatto, sarà avvertita dapprima l’insegnante che è in aula in quel momento; a sua volta l’insegnante darà notizia al Dirigente Scolastico o a uno dei suoi collaboratori, che immediatamente accompagnerà suo figlio/sua figlia all’interno di un ambiente appositamente individuato per l’emergenza e la chiamerà. Inoltre, la Scuola avvertirà le autorità sanitarie competenti o i numeri di emergenza per il COVID-19 forniti dalla Regione o dal Ministero della Salute.

Cosa succede se all’ingresso a mio figlio/mia figlia è rilevata una temperatura corporea superiore a 37,5°C?

  • Sarà avvertito immediatamente dal referente scolastico per COVID-19 o altro componente del personale scolastico;
  • Suo figlio/sua figlia sarà ospitato in una stanza dedicata situata nell’atrio della portineria n°11;
  • Sarà misurata nuovamente la temperatura corporea a suo figlio/sua figlia, da parte del personale scolastico individuato, mediante l’uso di termometri che non prevedono il contatto;
  • Suo figlio/sua figlia indosserà una mascherina chirurgica se avrà un’età superiore ai 6 anni e se la tollererà;
  • Aspetterà il suo arrivo, ma stia tranquillo, suo figlio/sua figlia non sarà mai lasciato/a da solo/a.
  • I genitori devono contattare il PLS/MMG per la valutazione clinica (triage telefonico) del caso. Il PLS/MMG, in caso di sospetto COVID-19, richiede tempestivamente il test diagnostico e lo comunica al DdP;
  • Il Dipartimento di prevenzione provvede all’esecuzione del test diagnostico;
  • Il Dipartimento di prevenzione si attiva per l’approfondimento dell’indagine epidemiologica e le procedure conseguenti. Se il test è positivo, si notifica il caso e si avvia la ricerca dei contatti e le azioni di sanificazione straordinaria della struttura scolastica nella sua parte interessata. Per il rientro in comunità bisognerà attendere la guarigione clinica (cioè la totale assenza di sintomi). La conferma di avvenuta guarigione prevede l’effettuazione di due tamponi a distanza di 24 ore l’uno dall’altro. Se entrambi i tamponi risulteranno negativi la persona potrà definirsi guarita, altrimenti proseguirà l’isolamento. Se il tampone naso-oro faringeo è negativo, in paziente sospetto per infezione da SARS-CoV-2, a giudizio del pediatra o medico curante, si ripete il test a distanza di 2-3 gg. Il soggetto deve comunque restare a casa fino a guarigione clinica e a conferma negativa del secondo test.
  • In caso di diagnosi di patologia diversa da COVID-19 (tampone negativo), il soggetto rimarrà a casa fino a guarigione clinica seguendo le indicazioni del PLS/MMG che redigerà una attestazione che il bambino/studente può rientrare scuola poiché è stato seguito il percorso diagnosticoterapeutico e di prevenzione per COVID-19 di cui sopra e come disposto da documenti nazionali e regionali.

Se mio figlio/mia figlia fosse messo/a in quarantena per il Covid-19, come potrebbe fare per non perdere le lezioni?

In caso suo figlio/sua figlia sia messo in quarantena per il Covid-19 preventivamente (quindi solo perché è stato probabilmente a contatto con un positivo o sta aspettando il risultato del tampone), potrà continuare a seguire le lezioni utilizzando la Didattica A Distanza; invece, nel caso suo figlio/sua figlia sia messo in quarantena perché positivo, prima penserà a guarire e, appena si sentirà meglio, potrà riprendere le lezioni con la Didattica a Distanza e poi in classe.

Cosa succede se un compagno/a di classe o un docente di mio figlio/mia figlia è positivo/a al Covid-19?

In questo caso i contatti stretti del paziente saranno individuati, mediante il referente scolastico Covid-19, dal Dipartimento di Prevenzione con le consuete attività di contact tracing, e suo figlio/sua figlia sarà posta in quarantena per 14 giorni dalla data dell’ultimo contatto con il caso confermato. Il Dipartimento di Prevenzione deciderà la strategia più adatta circa eventuali screening al personale scolastico e agli alunni.

Ho la necessità di accedere all’istituto, come devo fare?

I genitori che hanno la necessità di accedere all’Istituto, dovranno concordare preventivamente un appuntamento con il personale interno di riferimento. Inoltre dovranno sottostare alle regole dell’Istituto, ivi comprese quelle per l’accesso e dovranno utilizzare i DPI prescritti. Il preposto avrà cura di disciplinare le modalità di ingresso/uscita.

Cosa devo fare per comunicare con un docente?

La comunicazione con i docenti avviene mediante messaggi sul registro elettronico; insieme si deciderà se necessario un incontro in presenza o su piattaforma online previo  appuntamento e rispettando le Linee Guida dell’Istituto.

Quali sono le pratiche da seguire per un accesso sicuro all’istituto?

Il preposto alla sicurezza degli ingressi nell’istituto:

  • Verificherà se il Visitatore esterno abbia concordato l’accesso alla struttura;
  • Mostrerà all’ingresso apposito opuscolo informativo, se non già trasmesso per e-mail, a tutti i visitatori ed inviterà gli stessi ad igienizzarsi le mani;
  • Provvederà a sottoporre tutte le persone in accesso al controllo della temperatura corporea attraverso termometro a infrarossi in dotazione;
  • Inviterà tutte le persone in accesso a sottoscrivere il registro degli ingressi comprendente un’autodichiarazione dalla quale risulti: l’assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37,5°C nel giorno della sottoscrizione della autodichiarazione e nei tre giorni precedente; di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni; di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto a loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.
  • Inviterà il visitatore ad igienizzarsi le mani e ad indossare la mascherina.

Come viene igienizzato l’istituto?

L’Istituto assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione almeno settimanale dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni. Il personale addetto alle pulizie effettuerà le pulizie giornaliere avendo particolare attenzione alle superfici più toccate quali maniglie e barre delle porte, delle finestre, sedie e braccioli, tavoli/banchi/cattedre, interruttori della luce, corrimano, rubinetti dell’acqua, pulsanti dell’ascensore, distributori automatici di cibi e bevande, ecc. Nella giornata del sabato è prevista anche la sanificazione degli ambienti.

Nel caso di presenza di una persona con COVID-19 all’interno dell’Istituto, si procede alla pulizia e sanificazione straordinaria dell’area secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute, nonché alla ventilazione dei locali. Oltre le quotidiane operazioni di pulizia si dovrà assicurare misure specifiche di pulizia delle superfici e degli arredi/materiali scolastici utilizzati al termine di ogni turno di lavoro (mattutina/pomeridiana) A fine giornata, ogni lavoratore provvederà alla pulizia di tastiere, schermi touch, mouse della propria stazione di lavoro con appositi detergenti sanificanti messi a disposizione dal Datore di Lavoro. Durante le operazioni di pulizia con prodotti chimici, sarà assicurata l’adeguata ventilazione degli ambienti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

logoLICEO SCIENTIFICO – CLASSICO “E. TORRICELLI

Ufficio Relazioni con il Pubblico


Via S. Aloia 1
80049 Somma Vesuviana (NA)
Tel.: +39 081 8997144
Mail: naps540009@istruzione.it
PEC: naps540009@pec.istruzione.it
Codice Meccanografico: NAPS540009
Codice Fiscale: 80037820638
Fatturazione Elettronica: UF4RF6

 

© 2018 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.0.0